Donne e uomini, siano essi eterosessuali, bisessuali o omosessuali, a contatto con la comunità LGBT spesso incontrano termini difficili da comprendere, dato che esiste una vera e propria terminologia LGBT. Libera con il suo glossario LGBT vuole aiutare ad avvicinare ogni mente a questi temi per sensibilizzare verso l’accettazione delle persone omosessuali, bisessuali e transgender. Combattiamo insieme il patriarcato e gli stereotipi di genere per una società femminista, dove ci sia spazio per tutti.

19/02/2018

A

Adozioni gay: adozioni da parte di coppie dello stesso sesso.

Agender: riferito a persone che non si sentono né uomini né donne.

Androgino: individuo che ha un aspetto che è difficile da definire come maschile o femminile.

Aromantico: persona che non prova attrazione romantica.

Attivo/passivo (A/P): utilizzato principalmente da uomini gay per indicare il ruolo sessuale da loro preferito.

Asessuale: persona che si caratterizza per la mancanza di attrazione sessuale verso i sessi.

B

Babydyke: una lesbica giovane, che ha da poco scoperto di essere lesbica e per questo motivo non conosce molto bene il mondo lesbico.

Beanflicker: slang per identificare una donna lesbica. “Bean” si riferisce al clitoride.

Bear: un uomo omosessuale piuttosto “mascolino”, grosso, peloso, spesso con la barba.

Bi-curioso: individuo che non si identifica come bisessuale o omosessuale ma che vorrebbe fare un’esperienza, in genere di natura sessuale, con una persona del suo stesso sesso.

Bifobia: avversione nei confronti della bisessualità basata su stereotipi come la loro presunta promiscuità. La bifobia si manifesta anche quando non si crede che la bisessualità sia reale.

Bigender: persona che si identifica a volte come uomo e a volte come donna, oppure come due generi contemporaneamente.

Binarismo di genere: classificazione di sesso e genere come due categorie binarie.

Biromantico: riferito a chi prova attrazione romantica verso entrambi i sessi. [vedi anche: orientamento romantico]

Bisessuale: spesso abbreviato in “bisex”, indica una persona attratta dallo stesso sesso e dal sesso opposto.

Bottom: omosessuale passivo nell’ambito sessuale.

Bromance: dalle parole inglesi brother e romance, indica un rapporto di fiducia e di vicinanza fra due uomini omosessuali che però non si traduce in rapporti sessuali.

Bugchasing: pratica per la quale individui non sieropositivi scelgono di far sesso con sieropositivi per contrarre l’HIV.

Butch: lesbica dall’atteggiamento maschile e dal look mascolino.

C

Cacciatore: Un ragazzo omosessuale attratto dai bear [vedi anche: bear]

Camionista: appellativo scherzoso per indicare una lesbica dall’aspetto maschile e in genere che cura poco la sua immagine.

Celesbian: celebrità lesbica. [vedi: icona gay].

Chapstick (lesbian): lesbica che non rientra nella dicotomia butch/femme e a cui non importa particolarmente come la società la percepisca. In genere sono una via di mezzo fra mascoline e femminili. Vengono anche chiamate stemme.

Checca: parola offensiva per indicare gli omosessuali, soprattutto quelli considerati come “effemminati”.

Christopher Street: storica via LGBT newyorchese.

Cissessuale: termine originario per riferisi alle persone che si sentono a proprio agio con il proprio sesso biologico di appartenenza. Nei paesi anglofoni è stato sostituito da cisgender.

Cisgender: termine che indica tutte le persone la cui identità di genere coincide con il proprio sesso biologico d’appartenenza. È il contrario di transgender. In un senso più esteso, una persona cisgender si sente a proprio agio con il ruolo sociale “maschile” o “femminile”, anche se questa concezione non è condivisa da tutti.

Closet: una persona è in the closet quando non ha ancora fatto coming out e vive la sua omosessualità di nascosto.

Coming out: dichiarare apertamente il proprio orientamento sessuale ad amici, genitori, parenti, ecc. Viene dall’espressione inglese “coming out from the closet”.

Crossdressing: vestirsi con abiti comunemente associati al sesso opposto. I e le crossdresser non sono necessariamente transessuali o transgender.

D

Dark room: nei locali gay denota la stanza in cui si consumano rapporti sessuali con altri uomini.

Demiromantico: riferito a chi prova attrazione romantica nei confronti di persone con cui ha stretto un forte legame emotivo. Fa parte dello spettro dell’asessualità/aromanticismo. [vedi anche: orientamento romantico]

Demisessuale: persona che riesce ad avere rapporti sessuali con un’altra persona solo dopo aver instaurato con lei un forte legame emotivo.

Dildo: fallo artificiale utilizzato nei rapporti sessuali.

Dichiarato: chi ha detto pubblicamente il proprio orientamento sessuale. Genitori, colleghi di lavoro e amici sono a conoscenza del suo orientamento sessuale.

Disturbo dell’identità di genere (disforia di genere):  disturbo per il quale una persona si identifica in modo persistente con il sesso opposto al proprio. L’identità di genere o sessuale non va confusa con l’orientamento sessuale. [vedi anche: identità di genere]

Drag king: donna che si esibisce travestita da uomo.

Drag queen: chi si traveste da donna imitandone gli atteggiamenti, indossando parrucche o esagerando con il trucco per fini di intrattenimento.

Dyke: inizialmente un insulto contro le lesbiche, è tuttora utilizzato dalle lesbiche per definirsi.

Dykealike (Doppelbanger): quando una lesbica esce con qualcuna che è una sua sosia.

Dyke Tyke: ragazzo di qualsiasi orientamento sessuale che ha rapporti di amicizia con lesbiche ed esce con loro.

E

Eterocurioso: riferito a una persona eterosessuale che vorrebbe, però, fare esperienze omosessuali.

Eterosessismo: concezione per la quale l’unico orientamento sessuale possibile e naturale è l’eterosessualità.

Eterosessista: individuo eterosessuale che considera l’omosessualità maschile e femminile come anormale.

Eteroromantico: individuo che prova attrazione romantica per l’altro sesso [vedi anche: orientamento romantico]

Eterosessuale: persona che prova attrazione sentimentale e sessuale per persone dell’altro sesso.

Europride: manifestazione che si tiene una volta all’anno in una differente città europea.

F

Fag-hag: slang che indica una donna eterosessuale curiosa nei confronti della comunità LGBT, che frequenta locali gay e ha amici gay.

Falloplastica: intervento chirurgico che crea un pene artificiale.

Famiglie arcobaleno: coppie omosessuali con figli.

Femme: lesbica femminile.

Finocchio: parola dispregiativa utilizzata nei confronti degli uomini omosessuali. Questo termine è talvolta utilizzato in modo scherzoso fra gay.

Frocio: inizialmente un termine regionale ma ora diffuso in tutto il territorio nazionale, si tratta di un insulto rivolto agli uomini gay.

FtM: parola utilizzata per indicare gli uomini trans, i quali compiono un percorso di transizione dal sesso femminile a quello maschile.

G

Gay: termine per indicare gli uomini omosessuali.

Gay-friendly: locale non esclusivamente gay ma aperto anche a coppie omosessuali.

Gay pride: manifestazione per rivendicare i diritti della comunità LGBT.

Gay radar: capacità di riconoscere persone omosessuali in base al proprio istinto.

Gay street: strada in cui sono presenti in modo massiccio locali gay.

Geek: uomo gay dall’aria piuttosto trasandata e un po’ nerd, che si interessa in genere di tecnologia, videogiochi, serie TV, anime e manga.

Genderqueer: identità di genere che si riferisce ad un individuo che non si riconosce nel sistema binario uomo/donna. Le persone genderqueer possono considerarsi come né uomini né donne, come entrambi i generi o a volte come uomini e a volte come donne. Molte persone genderqueer si identificano anche come transgender.

Genderfluid: relativo a chi percepisce la propria identità di genere in oscillazione fra uomo, donna e non-binario.

Gergo gay: parole e slang tipicamente utilizzate dalla comunità lgbt o associate ad essa.

Golden gay (gold star gay): uomo gay che non ha mai fatto sesso con una donna.

Gold star lesbian: lesbica che non ha mai avuto rapporti sessuali con un uomo.

Gray-romantic (o grey-romantic): fa parte dello spettro dell’aromanticismo. Si riferisce a persone che provano scarsa attrazione romantica o la provano ma non sentono il desiderio di creare relazioni. [vedi anche: orientamento romantico]

Grey-sexual (sessuali grigi): fanno parte dello spettro dell’asessualità; provano solo raramente desiderio sessuale.

H
Hasbian: una donna che ha avuto un passato da lesbica ma che ora vive come donna eterosessuale.

I

Icona gay: personaggio, che può essere omosessuale o meno, che diventa un emblema e un punto di riferimento per la  comunità LGBT.

Intersessuale: persona i cui caratteri sessuali secondari e/o i genitali sono difficilmente definibili come maschili o femminili.

L

Lella: sinonimo di lesbica, in genere utilizzato dalle donne omosessuali per definirsi.

Lesbica: donna sentimentalmente e sessualmente attratta da altre donne.

Lesbismo: denota l’attrazione sentimentale e sessuale fra donne.

Lesbofobia: odio e repulsione nei confronti delle lesbiche.

Lesbro: un uomo che ha come amiche donne lesbiche e frequenta ambienti lesbici.

LGBT: acronimo che sta per lesbiche, gay, bisessuali e transessuali.

Lipstick lesbian: lesbica dall’atteggiamento molto femminile, che in genere si trucca e predilige vestirsi in modo femminile.

Lobby gay: concezione per la quale dietro le persone omosessuali ci siano persone potenti che comandano il mondo.

M
Mastectomia: intervento chirurgico che prevede l’asportazione della mammella.

Mastoplastica additiva: operazione chirurgica che prevede l’aumento o la creazione del seno.

MtF: indica persone che transizionano dal sesso maschile a quello femminile.

N
Non-binary: persona che non si riconosce nel binarismo di genere. [vedi anche: genderqueer].

O

Omoerotismo: erotismo fra persone dello stesso sesso.

Omofobia: odio e repulsione nei confronti dell’omosessualità, che talvolta può sfociare in atti di violenza.

Omofobia interiorizzata: forma di omofobia non cosciente, derivata dagli stereotipi della società odierna, di cui spesso sono vittime le stesse persone omosessuali.

Omogenitorialità: situazione in cui una coppia omosessuale ha o vuole avere figli.

Omoromantico: persona che prova attrazione romantica verso persone del suo stesso sesso. [vedi anche: orientamento romantico]

Omosessuale: persona attratta dal proprio stesso sesso.
Orgoglio gay: essere fieri del proprio orientamento sessuale.

Orientamento romantico: relativo all’attrazione sentimentale e non sessuale per un determinato individuo. L’orientamento romantico rimane per ora solo un’ipotesi, poiché la ricerca scientifica non è ancora concorde al riguardo. L’esistenza di persone asessuali, tuttavia, che comunque desiderano legarsi romanticamente a qualcuno, ha portato all’idea che ci sia una differenza fra orientamento sessuale e orientamento romantico.

Outing: dichiarare a tutti che una persona è omosessuale nonostante lei non lo voglia.

P

Pangender: persona che ha più di un genere.

Panromantico: riferito a chi prova attrazione romantica verso tutti i generi.

Pansessuale: persona attratta da un’altra persona indipendentemente dai genitali da lei posseduti. Secondo alcuni la pansessualità sarebbe equivalente alla bisessualità, dunque si tratterebbe di un termine bifobico. Le persone pansessuali, però, dichiarano di non sentirsi bisessuali, in quanto non si sentono attratti dai due sessi bensì dalle persone, indipendentemente dalla loro identità di genere o dai genitali da loro posseduti.

Passing: quando una persona trans viene scambiata per cis.

Pillow princess: lesbica che nell’atto sessuale si fa solo toccare. Si usa anche il termine pillow queen.

Polisessualità: orientamento che prevede l’essere attratti da più di un sesso.

Power dyke: lesbiche in posizioni di potere e in genere particolarmente dominanti.

Platinum star lesbian: una lesbica che non ha mai baciato un uomo.

Q
Queer: originariamente un termine dispregiativo per indicare gli omosessuali, negli anni ’90 è poi passato a indicare un attivismo diverso da quello gay. Oggi si usa per lo più per indicare persone il cui orientamento sessuale o di genere non è conforme al binarismo o all’eterosessualità. Non tutte le persone omosessuali si riconoscono nel queer.

R
Ricchione (o recchione): termine dispregiativo utilizzato nel sud d’Italia per riferirsi ad un uomo omosessuale.

S

Saffico: sinonimo di “lesbico”.

Scissoring: pratica erotica nei rapporti sessuali fra donne che prevede il reciproco strofinarsi dei clitoridi in una particolare posizione che ricorda le forbici.

Sex toy (giocattolo sessuale): oggetto da utilizzare durante un rapporto sessuale o durante la masturbazione per provocare o piacere sessuale.

Shemale: una donna trans con genitali maschili ma con caratteri sessuali secondari femminili.

Soft butch: indica una lesbica mascolina, ma non troppo.

Stone butch: lesbica mascolina che, a livello sessuale, preferisce di gran lunga dare che ricevere piacere. In genere a questa categoria di lesbiche non piace essere toccate dalle loro partner, ma unicamente toccarle.

Strap-on dildo: un particolare tipo di dildo da indossare tramite un’imbracatura.

Stud: in una coppia lesbica, la lesbica più mascolina. Questo termine si usa in genere per identificare le lesbiche afroamericane.

T

Terapia riparativa: tecnica utilizzata da chi crede che l’omosessualità sia una malattia dalla quale si può guarire.

Tit king: una lesbica attratta dalle donne dal seno grande.

Tomboy: ragazza che mostra caratteristiche o comportamenti tipicamente associati alla mascolinità, come indossare abiti maschili e/o comportarsi da maschiaccio.

Touch me not: lesbica che durante l’atto sessuale non vuole farsi toccare.

Tranny: insulto nei confronti delle persone trans.

Transfobia: odio e/o avversione nei confronti delle persone transessuali e transgender.

Transfobia interiorizzata: forma di transfobia non cosciente, derivata dagli stereotipi della società odierna, di cui spesso sono vittime le stesse persone transessuali e transgender.

Transgender: termine ombrello che si riferisce a persone la cui identità di genere non combacia con quella a loro assegnata alla nascita. Le persone transgender utilizzano questo termine perché rifiutano la concezione binaria uomo/donna. Una persona transgender non si sottopone necessariamente a operazioni chirurgiche di transizione.

Transmisoginia: particolare tipo di misoginia contro le donne trans.

Transsessuale: persona che si identifica con un sesso diverso rispetto a quello di nascita, che compie un percorso di transizione che si conclude con l’intervento di riassegnazione chirurgica del sesso. [vedi anche: FtM, MtF]

Travestito: chi per abitudine e/o per diletto indossa abiti tradizionalmente attribuiti al sesso opposto.

Tribbing: strofinamento da parte di una donna delle sue parti intime su un’altra donna in un atto sessuale.

Trigender: persona la cui identità di genere cambia fra uomo, donna e non-binario.

Twink: nel linguaggio gay, un ragazzo molto attraente, dal fisico esile e con pochissimi peli sul corpo.

U

Unioni civili: forme di convivenza, diverse dal matrimonio, riconosciute dallo Stato. Le unioni civili riguardano coppie dello stesso sesso o del sesso opposto.

V

Vaginoplastica: intervento chirurgico che prevede la creazione di una vagina a partire da un pene.

Versatile: chi nei rapporti omosessuali indica una persona che assume sia un ruolo attivo che un ruolo passivo durante un rapporto sessuale.

 

Sei un sostenitore o una sostenitrice della comunità gay? Vuoi dare attivamente una mano al nostro progetto femminista per contrastare la società sessista e patriarcale e gli stereotipi di genere? Vuoi aggiungere una parola alla nostra terminologia LGBT? Inviaci una mail all’indirizzo: radicalmentelibera[at]gmail.com

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Annunci